Passa ai contenuti principali

Giacomomo Matteotti sindaco effettivo della Camera del Lavoro di Rovigo

Il 19 aprile 1914 fu nominato, con il Prof Cavalieri (alla CGIL risulta Cavaglieri) e con il Prof Ambrosi, sindaco effettivo della Camera del Lavoro. (dal libro Polesani Illustri di Alberto Brigo Editore).

Chiedendo alla CGIL di Rovigo risulta che la sede nel 1914 fosse in via San Bortolo 14.
All'Archivio di Stato di Rovigo mi hanno indicato come via San Bortolo (nel 1914 non si chiamava più così) più probabile quella oggi corrispondente via Don Minzoni (allora via casa di ricovero e prima contrada bassa San Bortolo). Inoltre sembra che un sindacalista in pensione aprendo uno sportello in quella via abbia detto si chiude il cerchio, torno dove era la prima sede del sindacato rodigino.
Una di queste case dovrebbe essere la sede della Camera del Lavoro di Rovigo del 1914!
Nel gruppo Facebook Rovigo de 'na volta Michele Mariotto ha scritto La sede della Camera del Lavoro provinciale di Rovigo era nel 1914 in Via San Bortolo 8 (fonte settimanale "La Lotta"). Nel 1920 (stessa fonte) viene indicata invece Via Macello n. 8 (attuale via Enrico Toti) pertanto, salvo ipotetico cambio di indirizzo durante la guerra, dovrebbe trattarsi della stessa via.
Camera del Lavoro di Rovigo nel 1914,  via San Bortolo 8, via Macello 8, via Enrico Toti 8
possibile sede del Camera del Lavoro di Rovigo nel 1914
possibile sede del Camera del Lavoro di Rovigo nel 1914

Post popolari in questo blog

Il delitto Matteotti su “Il Becco Giallo”, 22 giugno 1924

Uno dei più diffusi fogli satirici dell’epoca “Il Becco Giallo” dedicò un intero numero, a pochi giorni dal fatto, alla sparizione di Giacomo Matteotti.
Firma R L (Rata Langa ? -> Gabriele Galantara ?)

Di seguito, l’eloquente prima pagina


Dall’articolo di apertura:

“Ancor oggi, quando l’anima è avvelenata e il cuore affranto, ancor oggi dobbiamo adoperare in questo foglio le nostre armi di lotta: lo scherno, la satira, l’ironia, il disprezzo. Quanto volentieri vorremmo tacere nel nostro dolore! Quanto vorremmo non affrontare questa tremenda contraddizione di scrivere come scriviamo mentre nella nostra mente tumultuano ricordi tristi e visioni tragiche e mentre nella nostra penna spuntano solo maledizioni! Ma ricordiamo anche quando, con quel suo sorriso aperto e buono degli uomini di acciaio, Giacomo Matteotti ci incoraggiava, ci incitava in qualche ora di dubbio, a lanciar nella mischia questo nostro giornale, a perseverare, a non stancarci come mai Egli non si stancava…”

Nello s…

Dove fu ritrovato Giacomo Matteotti (Riano): un monumento

Dove fu ritrovato il corpo di Giacomo Matteotti (16 agosto 1924), nel bosco della Quartarella a Riano è ora visibile questo monumento.

Tessera del Partito Socialista Unitario (PSU) 1924

Tessera del Partito Socialista Unitario (PSU) 1924 esposta nella mostra su Matteotti della Fondazione Anna Kuliscioff a Milano.
Giustizia