Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2015

Matteotti e la Sacra Famiglia in un'osteria polesana (Gian Antonio Cibotto)

Riporto da Cronache dell'alluvione di Gian Antonio Cibotto

Ad un certo punto, Lupo scorge l'insegna di un'osteria e decide subito di farvi una capatina, nella speranza di rinfrescarsi la gola. Chinandoci - la porta è sufficientemente larga - entriamo. Dev'essere la sala principale perché noto il banco, sei tavoli, molte sedie di paglia rovesciate all'ingiù e, appesi al muro, il ritratto di Matteotti, della Sacra Famiglia, un'ordinanza contro la moria del bestiame e, bene in vista, la licenza di esercizio esposta in una cornice nera, nella quale sono incastrate pure le foto di Bartalie e di un reduce dell'Africa Orientale. Mentre Lupo e gli altri infilano annaspando la scaletta di legno che porta al primo piano, nella speranza di stanare qualche bottiglia, resto ad aspettarli sdraiato sulla barca, con le mani a cuscino sotto la testa. Mi scrutano fissi ed inquisitori il volto emaciato del martire socialista e quello diafano della Madonna (il Bambino e San Giu…

Giacomo Matteotti era ricco?

Se Giacomo Matteotti ebbe la possibilità di studiare, viaggiare, frequentare i teatri e i grandi alberghi, pensare alla politica senza preoccuparsi, lo dovette a questi due genitori che non si allontanavano mai dal paese e badavano soltanto al loro lavoro.
voce ricorrente che Girolamo praticasse l'usura.

Nelle mani di Giacomo Matteotti

Nelle mani di Giacomo Matteotti, il titolo di questa fotografia con Livia ed il monumento a Giacomo Matteotti di Rovigo.

La salma di Matteotti ha finalmente requie

Il giornale d'Italia 22-8-1924
La salma di Matteotti ha finalmente requie
Fratta Polesine 21 agosto.
Per tutta la giornata di ieri la camera ardente in cui finalmente riposa la salma dell'on. Matteotti è rimasta aperta al pubblico. Il pellegrinaggio degli amici dell'Estinto è continuato fino a tarda sera. Molti sono giunti in automobile da fuori e altre corone sono venute ad aggiungersi a quelle che già si trovavano nella triste camera.
Nel pomeriggio improvvisamente il tempo si è messo al cattivo. Il sereno splendido della mattina si è offuscato ed ha incominciato a piovere a dirotto. L'acqua è venuta giù per tutto il pomeriggio e la sera cosicché la via lunga quasi un chilometro che conduce dalla Villa Matteotti al cimitero di Fratta è pressoché impraticabile.
Alle 19.40 ieri sera è arrivata a Rovigo la signora Velia Matteotti. Era ad attenderla alla stazione il fratello comm. Titta Ruffo, il commissario prefettizio di Fratta cav. Castiglia ed un folto gruppo di giorn…

Omaggio a Matteotti di Vera Martino

Vera Martino ci ha autorizzati alla pubblicazione del suo disegno Omaggio a Matteotti

Matteotti 91 a Roma

Queste le celebrazioni a Roma per il novantunesimo anniversario della morte di Giacomo Matteotti:
mercoledì 10 giugno 2015 alle ore 10.30 presso il Senato (palazzo Giustiniani, sala Zuccari)
Ricordaare Matteotti, oggi relazioni di
Angelo G. Sabatini, Perché ricordiamo Giacomo Matteotti
Giorgio Benvenuto, Matteotti difensore dei lavoratori
Gianna Granati, "Il primo caduto della resistenza"
Maurizio Degl'Innocenti, Il socialismo di Giacomo Matteotti

Alle ore 17.30, presso la stele in Lungotevere Arnaldo da Brescia, commemorazione di Giacomo Matteotti.

Matteotti 91 a Fratta Polesine

A Fratta Polesine le celebrazioni del novantunesimo anniversario della morte di Giacomo Mattetotti sono iniziate giovedì 4 giugno 2015 presso la Casa Museo, con l'incontro "Matteotti negli anni della prima guerra mondiale, tra Polesine e la Sicilia" (Nicola Gasparetto).
Domenica 7 giugno 2015 alle 10.30, la visita e la deposizione di una corona presso la tomaba al cimitero di Fratta Polesine seguita alle ore 11 presso la sua casa natale la commemorazione dell'onorevole Valdo Spini del partito socialista.
Dalle 16 alle 18 presso la casa museo una visita guidata interattiva e drammatizzata attraverso la storia dal titolo "Le stanze della memoria".
Mercoledì 10 giugno, in occasione dell'uccisione di Matteotti la casa museo effettuerà un'apertura straordinaria dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.30 con una visita guidata alle 16.30.

Matteotti 91 a Rovigo: concerto per la libertà e la pace

A Rovigo sabato 6 giugno 2015 alle ore 21 presso l'auditorium del conservatorio F Venezze vi sarà il Concerto per la libertà e la pace nel centenario della grande guerra
nella ricorrenza del novantunesimo anniversario della morte di Giacomo Matteotti.

Giacomo Matteotti nasce a Fratta Polesine il 22 maggio 1885

Giacomo Matteotti nasce a Fratta Polesine il 22 maggio 1885.

Sicuramente è giusto ricordare 10 giugno 1924 (il giorno presunto della sua uccisione) ma penso che per un uomo di tale caratura sia indispensabile ricordare anche il giorno della sua nascita soprattutto nel suo centotrentesimo anniversario.

130 Matteotti

Arte in Classe ad Aprilia: l'Anniversario della morte di Giacomo Matteotti

Ad Aprilia sarà presentata la mostra Arte in Classe 13ª Edizione, patrocinata dall’Assessorato all’Istruzione e Cultura del Comune.
Tema portante di questa edizione sono gli Anniversari di importanti personalità vissute in diverse epoche.
Questa l'opera sull'Anniversario dell'uccisione di Giacomo Matteotti

Murales con Giacomo Matteotti a Rovigo

A Rovigo, vicino a piazza Matteotti, si apre una porticina su uno strano spazio, probabilmente una ex caserma dei vigili del fuoco, degradata ma ricchissima di murales, realizzati da Luigi Armani del circolo La Piazzetta, tra cui questo dedicato a Giacomo Matteotti

Stazione di Fratta Polesine in cartolina del 1924

Grazie al collezionista Erio Magon posso pubblicare una sua cartolina d'epoca della Stazione di Fratta Polesine viaggiata nel 1925 ma sicuramente antecedente, quindi fedele all'arrivo della salma di Giacomo Matteotti a Fratta Polesine.

Rocco Papaleo vs Paolo Scorzoni su Giacomo Matteotti

Rocco Papaleo (attore, musicista, sceneggiatore e regista italiano) ha realizzato per la RAI e la serie BIGnomi il seguente video su Giacomo Matteotti.

Paolo Scorzoni (formatore) ha realizzato per il suo canale ScuolaInterattiva su nostra richiesta il seguente video su Giacomo Matteotti

Matteotti 90 nelle scuole

Testo imperdibile e fruibile anche via internet:
Matteotti 90 nelle scuole
I giovani e la lezione civile, morale e politica di un martire per la democrazia.
Giacomo Matteotti 1924-2014
Fondazione Giacomo Matteotti e Fondazione studi storici Filippo Turati

Casa Museo Giacomo Matteotti: il libro dedicato al progetto e agli interventi di restauro

Casa Museo Giacomo Matteotti
Presentazione del libro dedicato al progetto e agli interventi di restauro
sabato 31 gennaio 2015, ore 17
Rovigo, Accademia dei Concordi, Sala Oliva
Agenda
17.00 - Saluti: Enrico Zerbinati, Tiziana Virgili, Marzio Bottazzi17.15 - Introduzione: Luigi Costato17.30 - Principi per il progetto di una casa museo, Aldo De Poli, Università Parma18.15 - Progettare una casa museo, Alessandro Massarente, Università Ferrara

Giacomo e i Matteotti nel Polesine (video)

Presso l'Archivio di Stato di Rovigo, sabato 24 gennaio 2015, alle ore 17.30, verrà presentato il video Giacomo e i Matteotti nel Polesine, regia di Adriano Romagnolo, primo documentario dedicato alle origini della famiglia Matteotti e che ripercorre la storia della famiglia dalle sue lontane origini trentine alla sua diffusione in Polesine, da Gavello a Polesella, da Crespino a Rovigo e Fratta.

Giacomo Matteotti verrà inserito nel catalogo della mostra a Trieste Tracce del secolo breve

In seguito alla mia precedente email a Fahrenheit e a Piero Del Giudice curatore della mostra Tracce del secolo breve ecco la sua risposta

Il movimento socialista è per qualche tempo contrario alla guerra.
Certo, anche Matteotti. Tuttavia qui si parla di artisti, scrittori.
Ma accolgo la Sua osservazione e credo che nelle prossime edizioni del catalogo (Trento) cercherò di mettere Matteotti vicino a Karl Libknecht e Rosa Luxemburg che nel catalogo ci sono già.
E questo sia per le posizioni di Matteotti, sia per la sua uccisione (come Rosa, come Karl).
Grazie del Suo intervento.

Fahrenheit segnala la mostra Tracce del secolo breve senza citare Matteotti

Fahrenheit (radio 3) ha segnalato l'interessante mostra a Trieste Tracce del secolo breve sulla prima guerra mondiale portando avanti la tesi che pochissimi furono gli artisti e gli intellettuali contro la guerra.
Tra i pochi artisti Giuseppe Scalarini, tra gli intellettuali non è stato citato Giacomo Mattettotti!

Mi sono sentito in dovere di scrivere (e la mia email è stata poi citata in trasmissione)
URGENTE citare Giacomo Matteotti!
L'anno scorso erano i 90 dall'omicidio di Giacomo Matteotti
quest'anno il 130 della nascita
Giacomo Matteotti è sempre stato contrario alla guerra e per questo mandato in Sicilia
Scalarini fu uno dei maggiori "fan" di Matteotti!

Cronisti in classe: Matteotti, il paladino degli ultimi

Riporto questo articolo pubblicato su Il Resto del Carlino di giovedì 15 gennaio 2015 nella cronaca di Rovigo
Cronisti in classe: Matteotti, il paladino degli ultimi

CONCORSO NAZIONALE MATTEOTTII 90 - Ricordare Giacomo Matteotti e la sua testimonianza di libertà e di democrazia a 90 anni dalla morte

CONCORSO NAZIONALE MATTEOTTII 90 - Ricordare Giacomo Matteotti e la sua testimonianza di libertà e di democrazia a 90 anni dalla morte

Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca - Direzione Generale per lo Studente, l'integrazione e la Partecipazione, la Fondazione Giacomo Matteotti - Onlus e la Fondazione di Studi Storici Filippo Turati Onlus indicono - per l'anno scolastico 2014/2015 - il CONCORSO MATTEOTTI 90 PER LE SCUOLE rivolto agli alunni della scuola secondaria di secondo grado.
Il concorso coincide con le celebrazioni del novantesimo anniversario dell'assassinio di Matteotti e intende contribuire a ricordare il politico polesano che ha sacrificato la propria vita per la piena attuazione dei valori democratici e dei principi di giustizia sociale e di crescita civile, culturale, sociale ed economia del Paese.
[...]
Il concorso è rivolto agli studenti delle Istituzioni Scolastiche secondarie di secondo grado, statali e paritarie, che potra…

Senza parole su Il travaso delle idee

Senza parole, disegno a firma Cam su Il travaso delle idee del 29 giugno 1924.
POTERE

Ma perché ci hanno ucciso i papà? disegno di Gabriele Galantara su Il Becco Giallo 21-9-1924

Ma perché ci hanno ucciso i papà? (Giacomo Matteotti e Armando Casalini) è uno splendido disegno di Gabriele Galantara (firma Rata Langa) su Il Becco Giallo del 21 settembre 1924.

Tessera del Partito Socialista Unitario (PSU) 1925

Tessera del Partito Socialista Unitario (PSU) 1925 esposta nella mostra su Matteotti della Fondazione Anna Kuliscioff a Milano.
Era il più forte e il più degno: doveva essere il più atrocemente colpito ...
Filippo Turati

Partito Socialista Unitario (PSU) 1922-1930

Il Partito Socialista Unitario (PSU) fu fondato il 1º ottobre 1922 dall'ala socialdemocratica del Partito Socialista Italiano (PSI), espulsa in occasione del XIX Congresso (Roma, 1-4 ottobre 1922), guidata da Filippo Turati e Giacomo Matteotti, e composta anche da Claudio Treves, Giuseppe Saragat e Sandro Pertini. A costoro, nel 1924, si aggiunse il liberal-socialista Carlo Rosselli.

Alle elezioni politiche del 1924, il Partito Socialista Unitario conseguì circa 423.000 voti (5,9%) e 24 deputati alla Camera; fu l'unica volta, nella storia del socialismo italiano, che una componente socialdemocratica superò in voti, percentuale e seggi, la componente ortodossa.
Da Wikipedia

Tessera del Partito Socialista Unitario (PSU) 1924

Tessera del Partito Socialista Unitario (PSU) 1924 esposta nella mostra su Matteotti della Fondazione Anna Kuliscioff a Milano.
Giustizia

130 Matteotti: cento trentennale della nascita

Giacomo Matteotti nasce a Fratta Polesine il 22 maggio 1885.

Sicuramente è giusto ricordare 10 giugno 1924 (il giorno presunto della sua uccisione) ma penso che per un uomo di tale caratura sia indispensabile ricordare anche il giorno della sua nascita soprattutto nel suo 130 anno.

130 Matteotti