Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2014

Tessera del Fondo Italiano Giacomo Matteotti: Buenos Aires

Tessera del Fondo Italiano Giacomo Matteotti (Buenos Aires) esposta nella mostra su Matteotti della Fondazione Anna Kuliscioff a Milano.

Giacomo Matteotti: 90 anni fa il Duce ordinò “Fatelo tacere”

Sabato 27, ore 17.00 si è svolto a Santa Margherita Ligure presso l'Associazione Culturale “Spazio Aperto di Via dell’Arco”:
Giacomo Matteotti: 90 anni fa il Duce ordinò “Fatelo tacere”
Legami storici e familistici al centro della Resistenza militante: le figure dei Wronowski, degli Steiner, dei Titta e degli Zolesio
Vittorio Civitella, ricercatore storico e saggista

Caro compagno ... tuo Matteotti

Caro compagno,

Grazie delle tue comunicazioni utilissime.
Sarebbe ora necessario che la tua testimonianza ci fosse resa in forma autentica, cioè controfirmata da un notaio oppure da un pretore.
In un foglio di carta semplice potresti scrivere così:
Il sottoscritto ... dì, nato a ...
Delegato quale rappresentante della lista falce martello e libro nel comune di S. Martino di Venezze, provincia di Rovigo, si presentò la mattina del 15 ...
Ma nel tal luogo a lui si presentarono circa ... individui, tra i quali riconobbe ... e costoro con la violenza ...

Impedito così di esercitare il mio ufficio, nemmeno mi fu permesso quello di cittadino poiché gli stessi individui e altri si recarono alla mia famiglia ... a Mardimago minacciando ecc...
Il Presidente del seggio si rifiutò di mettere a verbale perché le cose erano avvenute fuori dell'aula.
Ho potuto anche assistere ad altre violazioni per es ...
Il tale modo completo tu potrai spedirmi la testimonianza autenticata a Roma; o consegna…

Il fattaccio del giugno di Giancarlo Sbragia

Spettacolo teatrale Il fattaccio del giugno di Giancarlo Sbragia (1967-1968) (fotografia di Luigi Ciminaghi).
Su autorizzazione dell'Archivio del Piccolo Teatro di Milano

Tutte le immagini degli archivi del Piccolo Teatro sono protette da copyright. Non è possibile il loro utilizzo senza autorizzazione.

Girandole rosse o garofani rossi?

Riscrivere la storia pensando di sostituire garofani rossi con girandole rosse (magari con materiali di recupero, ecosostenibili, ...).
I commoventi funerali dell'on Matteotti a firma CARATTI ne L'epoca del 22 agosto 1924
[...] l'angusta piazza del paese era letteralmente gremita di automobili di ogni forma e d'ogni colore, recanti i numeri di Milano, Brescia, Como, Ravenna, Verona, Padova, ecc.
Da ognuna di esse scendeva una rappresentanza vestita di nero, che recava una corona di fiori nella camera mortuaria. In breve la camera ardente ne era piena.
Solo il sarcofago si vedeva innalzarsi sopra la marea deigarofani vermigli, superbamente isolato tra i sei ceri accesi.

FAIMARATHON a Fratta Polesine e Casa Matteotti

La FAIMARATHON 2014 si svolgerà domenica 12 ottobre.
In Polesine sarà a Fratta Polesine e nello specifico la TAPPA 7 a Casa Matteotti

PRESENTAZIONE DI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI DI GIACOMO MATTEOTTI AMMINISTRATORE DI FRATTA 1908-1921 PRESSO LA CASA MUSEO MATTEOTTI
Casa Museo Giacomo Matteotti ha aperto i battenti nella primavera 2012 e permette di immergersi nella vicenda umana e politica di Giacomo Matteotti, un protagonista della storia italiana del Novecento, nativo di Fratta Polesine, ambiente a cui è anche legato per la maturazione del suo primo impegno politico. Il museo è ricavato infatti all'interno di quella che fu, a partire da fine Ottocento, la residenza della famiglia.

Qui l'intero programma.

Giacomo Matteotti e la grande guerra (Stefano Caretti)

Venerdì 26 settembre ore 17 alla Biblioteca Comunale Ariostea (Sala Agnelli in via Scienze 17, Ferrara) per il ciclo
La grande guerra e il novencento europeo
Stefano Caretti terrà la conferenza
Giacomo Matteotti e la grande guerra
Introduce Fiorenzo Baratelli, direttore Istituto Gramsci di Ferrara
A novant’anni dal suo assassinio ricordiamo Giacomo Matteotti. Egli fu un personaggio singolare. Ricco proprietario agricolo polesano, rinunciò a un’esistenza facile e sposò la causa dei contadini mettendosi contro la sua classe. Socialista riformista, fu contro la prima guerra mondiale e invocò l’insurrezione per fermarla. Avversario intransigente del fascismo, fu tra i pochi a vederne la natura intrinsecamente illiberale e totalitaria. Mussolini non tollerava la sua opposizione coraggiosa e documentata. Matteotti, per aprire gli occhi a un antifascismo pavido o incapace di unirsi e di agire per fermare la marcia autoritaria, decise di mettere in gioco la propria vita. Tra tutte le vittime de…

Giacomo Matteotti in vetrina (UIL)

Ho fotografato queste due immagini alla camera sindacale UIL di Villadose.

Angelo Franzini sindaco socialista anti WWI a Gardone Val Trompia

Ho appena visitato il museo delle armi e della tradizione armiera di Gardone Val Trompia.
Dal 20 settembre al 13 giugno 2015 è esposta anche la mostra Le armi della prima guerra mondiale dove ho scoperto Angelo Franzini.
Le analogie tra Angelo Franzini e Giacomo Matteotti mi sono saltate agli occhi.
Angelo Franzini socialista riusci a diventare sindaco dardone Val Trompia nelle elezioni comunali del 1914 divenendo il primo sindco socialista del primo comune socialista della provincia di Brescia.
Nel suo mandato il consiglio comunale approva un ordine del giorno contro la guerra e in difesa della libertà di scipero; attua una raccolta di fondi in favore dei disoccupati e rimpatriati a causa della guerra; concorda con i fornai la riduzione del costo del pane; approva una nuova tassa di famiglia su basi progressive, necessaria per realizzare servizi a favore dei ceti più poveri.
Angelo Franzini e parte del consiglio comunale il 19 luglio 1915 vennero arrestati e, senza processo, allontan…
Il lavoro e Giacomo Matteotti organizzato da CGIL
Venerdì 26 settembre ore 15 a Villa Badoer, Fratta Polesine
presiede Fulvio Dal Zio, saluti Tiziana Virgili e Carlo Ghezzi

Interventi:
Il patto agricolo Matteotti-Parini, Valentino Zaghi
I braccianti nel territorio polesano e nell'area padana, Aldino Monti
Matteotti parlamentare, Diego Crivellari
L'Italia del delitto Matteotti, Mario Isnenghi
Conclude Serena Sorrentino

Il Martire - Le Martyr canzone di Luigi Cianfrini

Riporto lo spartito della canzone Il Martire - Le Martyr (in italiano e francese, edizioni Cianfrini) esposta recentemente dalla fondazione Anna Kuliscioff.
Questo il testo firmato Luigi Cianfrini, poeta e musicista

Sul muraglione che il Tevere lambe
c'è sempre un mucchio di freschi fior
che man furtiva di popolo getta
dov'è la croce del tuo martir.

Ma non sei morto. Chè l'anima ardente
dei tuoi fratelli splende per te;
vivendo in terra d'esilio ormai sanno
che il peggior male non è morir.

Su la tua spoglia non lacrime o canti
ma una parola sola d'amor,
quella ch'è il pane degli esuli affranti

e che ripete l'umanità
da tanto tempo con trepido cuore:
Italia, Italia, la libertà.

La segnaletica di Fratta Polesine e Giacomo Matteotti

La segnaletica casa museo G. Matteotti a Fratta Polesine dice solamente che G. Matteotti vi ha vissuto ma non dice che ci è nato ed è sepolto.
Propongo (sperando ci stia) Giacomo Matteotti: città natale, museo e sepoltura
Forse chi vorrà andare al museo rimarrà un po' disorientato ma agli altri verrà ricordato che a Fratta è nato, vissuto e sepolto.

Canta di Matteotti - fondazione Anna Kuliscioff

Inizio la pubblicazione dei materiali esposti dalla fondaziona Anna Kuliscioff nella recente mostra di Milano appena ricevuti da Marina Cattaneo.

Questo il testo della Canta di Matteotti sull'aria de Il maschio di Volterra

P.S. Ricordo l'articolo precedente per ascoltare la Canta di Matteotti cantata da Michele L. Straniero

Il corpo di Matteotti di Italo Arcuri a Nepi

Domenica 14 settembre alle ore 11 a Nepi (VT), presso la Sala Nobile del Palazzo Comunale, in piazza del Comune, sarà presentato il libro Il corpo di Matteotti di Italo Arcuri.

All’iniziativa, organizzata dal Comune, oltre all’autore del libro, Italo Arcuri, parteciperanno lo storico e scrittore Paolo Zanetov, il Sindaco di Nepi, Pietro Soldatelli, e il delegato alla cultura Moraldo Adolini.

Gianni Santuccio e Ivo Garrani, Il fattaccio del giugno di Giancarlo Sbragia

Gianni Santuccio e Ivo Garrani nello spettacolo teatrale Il fattaccio del giugno di Giancarlo Sbragia (1967-1968) (fotografia di Luigi Ciminaghi).
Su autorizzazione dell'Archivio del Piccolo Teatro di Milano

Tutte le immagini degli archivi del Piccolo Teatro sono protette da copyright. Non è possibile il loro utilizzo senza autorizzazione.

Delitto Matteotti, I processi: Carlo Nordio e Fabrizio Pivari

Non ero potuto andare a Milano in fondazione Anna Kuliscioff a sentire Carlo Nordio presentare il testo Delitto Matteotti, I processi.
Ieri è passata Marina Cattaneo da Rovigo e mi ha portato alcuni volumi di Delitto Matteotti, I processi.
Ero particolarmente in coma, così in coma di accorgermi in un secondo tempo di una strana fotografia in copertina (ma sembrerebbe la mia!).
E' la mia!
Solo dopo mi è venuto in mente che mi aveva chiesto l'autorizzazione ad utilizzarla.
All'interno:Monumento a Matteotti - Rovigo
gentilmente concessa da Fabrizio Pivari di giacomo-matteotti.tuarovigo.org

Anteprima rodigina per Matteotti 90 di Ma l’idea che è in me… (Antonello Nave)

Lo spettacolo Ma l’idea che è in me… Omaggio a Giacomo Matteotti è stato presentato in anteprima presso il chiostro di San Bartolomeo a Rovigo dall'Associazione culturale Altroteatro di Firenze.
Lo spettacolo, tratto liberamente da Antonello Nave dal racconto teatrale Giacomo, Velia e tanti milioni di italiani di Enzo Bellettato ha catturato l'attenzione del pubblico presente alternando parti recitate a musiche e canzoni popolari eseguite dal vivo.
La figura di Velia è emersa come figura principale in quanto donna innamorata, forte, comprensiva e al tempo stesso sofferente, per la frequente lontananza, non solo fisica, di Giacomo.

Germana Monteverdi, Il fattaccio del giugno di Giancarlo Sbragia

Germana Monteverdi nello spettacolo teatrale Il fattaccio del giugno di Giancarlo Sbragia (1967-1968) (fotografia di Luigi Ciminaghi).
Su autorizzazione dell'Archivio del Piccolo Teatro di Milano

Tutte le immagini degli archivi del Piccolo Teatro sono protette da copyright. Non è possibile il loro utilizzo senza autorizzazione.

Costantino Carrozza, Il fattaccio del giugno di Giancarlo Sbragia

Costantino Carrozza nello spettacolo teatrale Il fattaccio del giugno di Giancarlo Sbragia (1967-1968) (fotografia di Luigi Ciminaghi).
Su autorizzazione dell'Archivio del Piccolo Teatro di Milano

Tutte le immagini degli archivi del Piccolo Teatro sono protette da copyright. Non è possibile il loro utilizzo senza autorizzazione.

Un morto che non è morto invano

Questo è un articolo del deputato Oddino Morgari in ricordo di Matteotti, comparso il 25 giugno 1924 sulla rivista Echi e Commenti (diretta da M.Loria e dove Matteotti ha scritto il suo ultimo articolo) che ho rintracciato durante le ricerche per la Mostra della Fond.Kuliscioff. Ed è un po' "diverso" dai soliti discorsi commemorativi, ma proprio per questo nella sua ironia lo trovo bello. (Marina Cattaneo)

Un morto che non è morto invano
“Poteva vivere delle sue rendite in ozio e in svaghi – scrive la “giustizia” – o dedicarsi in quei diletti dell’arte a cui il suo spirito fine era aperto e sensibile, oppure darsi il lusso della politica sull’altra sponda e ora sarebbe deputato della maggioranza e porterebbe forse una divisa di Ministro secondo l’ultimo figurino della restaurazione.
Invece ha perduto i suoi milioni e non possiede letteralmente più nulla, nemmeno per ora, un lenzuolo funebre ed una tomba dove posare le ossa.
“Milionario!” – gli gridavano alla Camera e nei …

Ivo Garrani e Gianni Santuccio, Il fattaccio del giugno di Giancarlo Sbragia

Ivo Garrani e Gianni Santuccio nello spettacolo teatrale Il fattaccio del giugno di Giancarlo Sbragia (1967-1968) (fotografia di Luigi Ciminaghi).
Su autorizzazione dell'Archivio del Piccolo Teatro di Milano

Tutte le immagini degli archivi del Piccolo Teatro sono protette da copyright. Non è possibile il loro utilizzo senza autorizzazione.

Gabriella Giacobbe, Il fattaccio del giugno di Giancarlo Sbragia

Gabriella Giacobbe nello spettacolo teatrale Il fattaccio del giugno di Giancarlo Sbragia (1967-1968) (fotografia di Luigi Ciminaghi).
Su autorizzazione dell'Archivio del Piccolo Teatro di Milano
Tutte le immagini degli archivi del Piccolo Teatro sono protette da copyright. Non è possibile il loro utilizzo senza autorizzazione.

Giocare con Giacomo Matteotti

Il progetto Con occhi nuovi ha rappresentato un primo passo verso una missione impossibile: giocare con Giacomo Matteotti
Non certo per sminuirlo, anzi tramite il gioco cercare di farlo conoscere anche alle future genarazioni a partire dai bambini e non solo tramite una lettura con supporto diverso (fumetto) ma proprio tramite il gioco!
Eccovi la prima girandola Giacomo Matteotti proposta da Girandoliamo.com dove troverete anche le istruzioni per costruirla.

Giacomo Matteotti nella memoria cantata

Giacomo Matteotti nella memoria cantata
a cura di Enzo Bellettato con esecuzioni dal vivo del gruppo Le ciaramelle
A Rovigo, nella sala Flumina del Museo dei Grandi Fiumi, domenica 7 settembre alle ore 10.30 durante il XIII Festival di musica e cultura popolare “Ande, bali e cante – In canto popolare”
Si riporta l'intervista fatta da Radio Kolbe a Enzo Bellettato.
http://radiokolberovigo.blogspot.fr/2014/09/la-memoria-popolare-di-giacomo-matteotti.html
http://www.yannez.it/ritratto_matteotti.mp3

Teatro a Rovigo: Ma l’idea che è in me…

L'Associazione culturale Altroteatro di Firenze presenta il 6 settembre alle ore 22 a Rovigo presso il chiostro di San Bartolomeo
Ma l’idea che è in me… Omaggio a Giacomo Matteotti
scrittura scenica e regia di Antonello Nave
liberamente tratto dal racconto teatrale Giacomo, Velia e tanti milioni di italiani di Enzo Bellettato in collaborazione con la sorella Annalisa.
Interpreti: Benedetta Tosi, Eugenio Nocciolini.
Accompagnamento musicale: Antonio Lombardi, Vincenzo Santaniello, Francesca Vannucci.

Giacomo Matteotti, la sua vita e il suo impegno politico

Giacomo Matteotti, la sua vita e il suo impegno politico
domenica 28 settembre ore 16
casa Matteotti, Fratta Polesine
drammatizzazione storica tra musica e narrazione
a cura di Le Ciaramelle - Musicanti del Polesine e CeDi- Turismo e Cultura

Matteotti e il lavoro a villa Badoer

Convegno Matteotti e il lavoro a villa Badoer, Fratta Polesine
venerdì 26 settembre ore 15.30
relatori Diego Crivellari, Mario Isnenghi, Aldino Monti e Valentino Zaghi
organizzato da CGIL Rovigo
concluderà i lavori Susanna Camusso

Le stanze della memoria e L'avvocato di Matteotti

Sabato 20 settembre presso Casa Matteotti, Fratta Polesine.
ore 16.30 Le stanze della memoria visita guidata interettiva e drammatizzata
ore 18.30 L'avvocato di Matteotti presentazione del volume di Claudio Modena
edito da Apogeo editore - Adria. Introduce Marco Chinaglia.

Scuola e istruzione popolare nell'Italia del primo novecento

Scuola e istruzione popolare nell'Italia del primo novecento
a cura di Mario Quaranta
venerdì 19 settembre ore 18, sala consiliare della provincia di Rovigo
ciclo di incontri sul pensiero e l'opera di Giacomo Matteotti

Matteotti in prima pagina

Matteotti in prima pagina
domenica 7 settembre ore 16 casa Matteotti, Fratta Polesine.
Invito alla scoperta del nuovo fondo documentario di Casa Matteotti. Leggiamo assieme i quotidiani dell'epoca: L'impero acura di Nicola Gasparetto.